Progetto Casa Serena

Area di intervento: disagio psichico 

1 – IL PROGETTO
Lo scopo principale del progetto è il perseguimento dell’obbiettivo di servizio in campo sociale, assistenziale, educativo, formativo e di prevenzione volti a facilitare l’inserimento nella vita attiva di persone con handicap mentale psichiatrici, minori e anziani  in condizione di disagio sociale che potrebbero essere riconosciuti dalla società come persone in stato di emarginazione.

Da queste considerazioni nel 2002 si è concretizzata la volontà e il conseguente progetto di Residenzialità Leggera con il solo contributo del volontariato e delle poche risorse economiche che si era potuto mettere in campo.

Le necessità emerse nel percorso hanno permesso di ampliare il progetto e meglio qualificarlo ricercando nuove risorse per giungerere ad un accreditamento dopo una riprogrammazione del lavoro svolto  incrementando lo staff  operativo con altro più qualificato.

Casa  Sarena ha oggi due alloggi denominati “Solaris” e “La Quiete” che ospitano nove utenti con età compresa fra i 18 e i 65 anni  per i quali si sono per alcuni già concretizzati  progetti di reinserimento nel contesto sociale avendo fatto un percorso di potenziamento delle proprie capacità relazionali e di autonomia.

I programmi di riabilitazione prevedono:
A- coinvolgimennto nelle attività domestiche e della vita quotidiana con interventi individuali sulle abilità di base e di supporto alle attività quotidiane.
B- Partecipazione alla programmazione delle attività comunitarie.
C- Partecipazione a gruppi di socializzazione e/o interventi riabilitativi di gruppo.
D- Interventi riabilitativi individuali finalizzati al mantenimento delle capacità sociali.
E- Coinvolgimento del volontariato a sostegno dei programmi personalizzati.
F- Partecipazione degli utenti alle attività di “rete sociale”.
G- Riunioni di coordinamento interne o con altri enti o associazioni.
H- Colloqui con il paziente e interventi con i familiari.
I – Accompagnamento e assistenza degli utenti anche dopo la loro fuoriuscita.

I programmi riabilitativi comprendono in concreto anche:
- Partecipazione a cineforum, nuoto, attività sportive, animazione , scenografia, recita.
- Momenti conviviali di incontro con altre realtà associative in occasione per esempio del  carnevale, delle festività Natalizie, di  compleanni  ecc…
- Programmazione di gite giornaliere concordate con gli stessi utenti al contatto con la natura e non ultimo un periodo di ferie sia in momtagna che al mare presso strutture alberghiere.

Per maggiori informazioni leggi la Carta Servizi in A5

2 – DOVE SIAMO
La sede del progetto è all’interno del Villaggio Barona Via E. Ponti, 21 sc.A – 20143 Milano

 

3 – CONTATTI
Casa Serena – Via Ettore Ponti, 21 – 20142 – Milano
Tel e Fax 0239662074 – Cell 3483739338
Email: casaserena.asp@gmail.com

Responsabile ASP: MESSINA FRANCESCO Tel 3485147969
Responsabile di progetto: Dott.ssa LABELLA PATRIZIA tel 3401371067
Consulente del progetto: Dott. DUDEK KAZIMIERZ 

 4 – COME AIUTARCI
CON UNA DONAZIONE
Le donazioni possono essere disposte tramite il conto corrente bancario:
BANCA PROSSIMA c/o INTESA SANPAOLO – Agenzia n. 21 di via Ettore Ponti, 30 – 20143 Milano
il c/c è intestato ad ASSOCIAZIONE SVILUPPO E PROMOZIONE  ONLUS – CASA SERENA
IBAN: IT53 I033 5901 0000 0016 860 

5 – LA STORIA DEL PROGETTO
Il progetto denominato inizialmente “Appartamento Protetto” ha mosso i suoi primi passi nel2002 inuna sede parrocchiale dove era possibile ospitare non più di 4 utenti ed è stato per i primi anni unicamente gestito con il contributo del volontariato ed era  inserito nel contesto delle attività della Associazione Sviluppo e Promozione al quale anche ora fa riferimento.

Questo progetto inizialmente affiancato al progetto “Arcobaleno” ha via via nel tempo acquisito una propria fisionomia raggiungendo una più efficace operatività nel 2008 quando dalla Fondazione Cassoni gli, sono stati assegnati in gestione i due alloggi  denominati “Solaris” e “La quiete” permettendo al progetto rinominato “Casa Serena” di inserirsi a   pieno titolo nel contesto delle strutture del Villaggio Barona con sede in via Ettore Ponti21 inMilano.

Questi due alloggi hanno una significativa capacità di accoglienza per spazi e servizi rivolti all’ospitalità complessiva di nove utenti ed hanno permesso al progetto una più motivata richiesta di riconoscimento istituzionale pubblico.

Casa Serena vede come sua vocazione iniziale una specificità territoriale che è quella della zona 5-6  di Milano collaborando in modo significativo con le strutture della Azienda Ospedaliera San Paolo con la quale ha già in questi anni concretizzato una fruttuosa collaborazione.

A tutto questo percorso si sono nel tempo affiancate figure professionali che integrandosi hanno apportato una più precisa operatività e una più adeguata assistenza agli utenti che via via si sono nel frattempo moltiplicati.

I pazienti che fin qui hanno potuto usufruire di questo servizio hanno goduto della familiarità offerta nelle attività giornaliere, nelle gite, nei periodi di ferie trascorsi insieme, l’affiancamento per molti nel passaggio in alloggi in case popolari ora gestiti dagli stessi e per altri ancora la possibilità di una saltuario affiancamento del volontariato rimanendo in contatto con il progetto nel prosieguo nella loro vita quotidiana in completa autonomia.

Continueremo a lavorare serenamente  nella consapevolezza che il bene di alcuni è anche il bene di tutti nella condivisione della loro gioia.