Progetto ROM

VIA MALAGA

I giovani del quartiere Barona attenti a quelli che sono i disagi e le sfide di una città sempre più multietnica, hanno accolto il grido d’aiuto di 80 persone, tra cui una ventina di bambini, che vivono dentro gli archi del ponte ferroviario di Romolo. Vivono in condizioni limite: senza servizi igienici, in mezzo ai topi ed accanto ad un canale ridotto a fogna, con materassi e coperte che appoggiano direttamente per terra, soggetti a sgomberi ricorrenti, che li spingono, nel tempo ad occupare aree verdi abbandonate, piccoli edifici, spesso perdendo quel poco che le famiglie riescono a mettere via e strappando, in particolare i bambini dal contatto con le scuole che alcuni provano a frequentare.

I nostri giovani partecipano alle “tavole rotonde presiedute dal presidente del Consiglio di zona 6; fanno animazione ed educzione di strada, e attiveranno al più presto un corso di italiano per adulti e bambini. Il lavoro di integrazione che si intende svolgere con la piccola comunità di via malaga è dunque volto all’inserimento degli adulti in un percorso formativo ed esistenziale che promuove l’uscita dal disagio e l’articolazione di interventi educativi di sostegno e rielaborazione del vissuto anche dei bambini, attraverso la raccolta e la drammatizzazione di storie raccolte e trascritte in lingua romanì e in italiano, che verranno poi rielaborate attraverso rappresentazioni grafiche per giungere all’invenzione di una storia che vede integrati elementi di cultura rom e italiana. A seguito del materiale raccolto e per accogliere quelli che sono i bisogni di questi bambini, penseremmo di fare un laboratorio di teatro sociale con i bambini in un primo momento e magari in un secondo momento con le donne. L’idea è di giungere ad una performance da allestire all’interno del teatro dell’oratorio San Nazaro e Celso di via Zumbini e/o al Villaggio Barona in occasione del “MI_GENERATION” il 15 settembre ;) Invitare tutta la comunità di quartiere e non solo, che a seguito di alcuni “malcontenti” necessita di essere sensibilizzata su temi quali: TOLLERANZA, SOLIDARIETA’, INTEGRAZIONE…ABBATTENDO QUELLI CHE SONO I “MURI DEL PREGIUDIZIO, DELLA DISCRIMINAZIONE E DELL’IGNORANZA” !!!

… PERCHE’ CIO’ CHE NON SI CONOSCE FA PAURA!